Himalaya: storia di un compleanno speciale!

1961-2011…. 50 anni…. Decido che voglio un regalo speciale…. E decido che voglio andare in Himalaya…. Chiedo in giro, studio e ….incontro Floriano Castelnuovo grazie a Silvio e  Francesca….. e’ scintilla e il viaggio si organizza…. Novembre sara’ il mese giusto: fuori dai monsoni e dalla maggior parte dei trekker e delle spedizioni…. Un anno di attesa…. Ma poi il giorno arriva….. ed e’ solo MERAVIGLIA!......

Sabato 12 e domenica 13 nov 2011: si parte!!!! Da Roma partiamo in 7 con un bel pulmone diretti a Malpensa….Silvio, Francesca, Andrea, Antonio, Tiziano, Marcello e… Tiziana!! Tutto tranquillo se non che usciti dall’autostrada Rm-Mi non troviamo un distributore di benzina a pagarlo oro e dobbiamo riuscire dall’aeroporto di Malpensa in cerca di un paesino che abbia un distributore…. Trovato abbiamo davanti a noi una coppia straniera che non sapendo quanto e’ il pieno continuano a mettere 5 euro al distributore automatico…. Ci prende a ridere…che altro fare!!! :-D
Incontriamo i nostri alter ego nordici e sono ancora piu’ giovani di quel che dice la loro carta di identita’…. Almeno per 5 di loro!!! Matteo, Oscar, Isabella, Marta, Francantonio.. e poi Daniele e Sergio (i nordici veterani!). Cominciamo la sequenza di aerei….fino a Delhi e poi per Katmandu…. A parte un ritardo da Delhi passato su comodissime Chaise longue tutto fila liscio….e…siamo in Nepal!!!!
All’aeroporto Flo ad attenderci e a guidarci nel maremagnum del casino!!! Sciarpine di benvenuto e di corsa sul pulmino per sfuggire alla folla di questuanti e venditori di tutto…. Bagagli sul tetto…. Ne perderemo uno strada facendo quasi uccidendo un motociclista… ma recuperiamo bagaglio e tiriamo un sospiro di sollievo per la velocita’ dei dueruotisti di tirarsi fuori dai guai del traffico locale!!!!
L’impatto con Katmandu e’ lo stesso che ho provato in luoghi simili come Tripoli o Marrakesh…. Tutto invecchiato dalla polvere, dallo sporco, dallo smog….Uomini, mucche, scimmie…piccioni….E qui moto, moto, moto, moto…. Marche giapponesi ma modelli mai visti…solo per il mercato asiatico…. E l’obbligo del casco solo per i guidatori…. Quindi intere famiglie su moto cariche di tutto…con il solo guidatore col casco!!! :-D Tutto intorno sembra che sia passato uno tsunami…invece e’ cosi’ da sempre….ma rispetto ad altri paesi qui tutto profuma di incenso…. Ne accendono dovunque ….
La cena e’ con un grandioso pollo tandori…. all’indiana maniera!!! :-D

Lun 14 nov 2011: cominciamo la giornata a Katmandu con la visita al tempio buddista piu’ famoso (Boudhanath)…. Una vecchissima e piccolissima santona benedice per 15rp le donne (agli uomini costa di piu’ :-D)… mi commuovo fino alle lacrime e lei mi carezza i capelli e il viso e mi consola nella sua lingua…. Mi commuovo nel piccolo tempio dove non entrano turisti (attratti da un altro piu’ grande poco piu’ in la’)…. Il viso dell’attuale Dalai Lama mi sorride da un quadro e penso alla spiritualita’ del posto e mi commuovo ancora perche’ e’ proprio vero che il mio sogno si sta realizzando…
Facciamo 3 giri propiziatori sia in basso che la primo piano…. Ci insegnano che per i buddisti bisogna sempre passare a sinistra di una qualsiasi luogo, pietra o palo sacro…. Sempre in senso orario!!!!
Poi andiamo al tempio delle scimmie…. Scimmie dovunque… Il senso di ribrezzo e di ripugnanza per un luogo sacro ridotto cosi’ mi prende…. Ma di sottofondo un mantra risuona e mi calma lo spirito….Le bandierine delle preghiere buddiste sono sopra di noi e credo che debbo profondo rispetto per tutti loro…. devo avere l’occhio buddista…non occidentale…. Sorrido dentro e con sollievo scendo la lunga scalinata che ci porta via da qui! :)
Nel pomeriggio shopping selvaggio di chi deve comprare attrezzatura per trekking e ascesa…. Qui e’ tutto una copia perfetta di grandi marche… copiate anche nelle etichette interne!!! Non compro nulla ma divertita assisto ad acquisti e contrattazioni dei compagni di viaggio!
Cena nepalese: in un vassoio dorato ci viene servito un piatto dorato di riso bianco e in altrettante ciotoline dorate brodo di lenticchie, verdure piccanti e non, carne piccante e non, formaggio….Per tutti poi un distillato alcolico di riso…. Nel frattempo due coppie di nepalesi danzano per noi in costumi locali… e poi coinvolgono qualcuno dei nostri …. Inutile dire la grazia dei locali e l”’orsitudine” dei nostri…. Ma tant’e’…. brilli di grappa di riso ridiamo fino alle lacrime…. Speranzosi domani di essere sulle montagne per le quali siamo venuti!

Mar 15 nov 2011: sveglia alle 3.30, colazione alle 4.00 e alle 4.30 partenza per l’aeroporto…. Arriviamo all’aeroporto che e’ ancora chiuso e intanto un nebbione infinito avvolge tutto!!! :( Aspettiamo ore….
Io penso tra me e me che se non e’ oggi e’ domani…non puo’ essere altrimenti…. Perche’ e’ il mio regalo per i 50 anni e dunque…. Non c’e’ motivo perche’ vada storto!!! Il mio “pensiero magico dei bambini” come mi diceva la strizzacervelli…. Credo che lei non lo intendesse proprio proprio in positivo…. Ma io spero sempre di aver invece ragione!!! :)  E poi la vecchina del tempio ci ha benedetti e abbiamo fatto tutto in senso orario, e il giro che faremo e’ in senso orario…. Dunque…. Tutto e’ a favore!!! :-D
Ci propongono un viaggio in elicottero perche’ dei francesi che sono a Luchla debbono rientrare e sarebbe un modo per portarli giu’…. Dobbiamo dividerci….questo ci piace poco perche’ rischiamo di essere un po’ qui e un po’ li’… poi accettiamo… la meta’ di noi parte alla volta della pista dell’elicottero…. Dopo un bel giro di tutte le piste arriviamo in un angolo e siamo li’…. tra borsoni e latte di cherosene…. Un’altra ora di attesa seduti sull’asfalto della pista…. Arriva un elicottero ma in realta’ e’ uno che ha tentato di andar su e per brutto tempo ha dovuto rinunciare…. Risaliamo con tutti i nostri bagagli su una jeep improponibile altrove mentre gli amici rimasti in aeroporto ci comunicano via sms che l’aeroporto sta chiudendo e li sbattono fuori!!! =:-O Di nuovo tutti insieme, i nostri bagagli gia’ ridotti ecce homo, ritorniamo mesti in albergo…. Piu’ stanchi che se avessimo fatto una maratona!!!
“se non e’ oggi e’ domani, se non e’ domani e’ il prossimo anno….o nella prossima vita”…. Cosi’ ci insegnano che pensano i buddisti…. E io vado a dormire col pensiero che domani sara’ il giorno buono…. Anche perche’ l’alternativa e’ il giro dell’AnnaPurna (li’ non saremmo legati a problemi di aerei) ma non e’ affatto quello che sognavo per il mio viaggio dei sogni…. E dunque…. Recito il mio mantra buddista Nam-myoho-renge-kyo e fiduciosa mi addormento!!!

Mer 16 nov 2011: sveglia mezzora dopo quella di ieri perche’ tanto l’aeroporto apre verso le 6. Situazione nebbia migliore ma…. Nessun volo di prima mattina…GRRRRRR!... Arriva il nostro corrispondente Norbu che da oggi scopriremo essere il nostro vero angelo custode…. Si presenta con 15 biglietti di elicottero e 15 per l’aereo…. Il primo che parte ci siam su….
Di nuovo ci trasportano con jeep e bagagli su una pista…. Di fronte ad un vecchio elicottero russo…. Gli “esperti” di protezione civile che sono con noi sbiancano…. Il resto del gruppo ignora il “pericolo” e tra uova, bagagli, giapponesi e una coppia belga alquanto perplessa scherziamo per un’ora sulla pista mentre assistiamo al rifornimento di carburante, alla pulizia dei vetri neanche fossimo ad un semaforo sulla colombo!!! :)
Poi sorridenti dicono: “prima gli uomini e poi le donne”…io sono l’ultima a salire e vedo una scena che forse i deportati hanno avuto negli occhi: l’interno dell’elicottero e’ a pezzi, sedili sfondati, pezzi di soffitto che cadono scoprendo fili, nessuna cintura di sicurezza, tutti seduti su sacchi di riso, le gambe incastrate con le sacche bagaglio e gli zaini, giapponesi che masticano seppie rinsecchite e puzzolenti…. Io sono seduta a verso contrario e ho lo schienale rotto e la porta della cabina di pilotaggio che mi sbatte sul viso!!!!
Ci danno ovatta per le orecchie, si accende il rotore…. Poi lo spengono…. L’”ingegnere” viene a prendere un enorme cacciavite che e’ in una sacca accanto a me e sale sopra…. Da dentro sentiamo smartellare selvaggiamente….Cominciamo a ridere istericamente, la ragazza belga comincia a piangere e finira’ solo all’arrivo…. I giapponesi ad occhi chiusi masticano ancora  e la puzza di pesce gia’ da sola farebbe vomitare…. L’ingegnere ritorna… Il rotore si accende e… decolliamo!!!! Seguo col mio altimetro distanze e tempi e nonostante le nuvole e alcuni giri a 360° che ci fanno temere il came back….. dopo 1h e 20’ atterriamo in un minuscolo aeroporto…. Siamo a Luckla (2840mt) …. Vecchina mia quanto sei stata brava a benedirci!!!! Applaudiamo all’ingegnere e a i due piloti che son davvero bravi…. Ci catapultano giu’…. E di nuovo uomini e bagagli sono pronti a partire!!!! Zuppetta per scaldare le ossa, incontro con gli sherpa  e poi E’ TREKKING!!!!! A stento comprendiamo che ci sono dei portatori che veloci come fulmini spariscono coi nostri sacconi da viaggio!!! Tra nubi e pioggerella finissima attraversiamo in 2h e mezzo la valle e i ponti sul torrente e quasi senza capire dove siamo arriviamo alla nostra prima tappa…Phakding… 200mt sotto Luckla…. Al ritorno sara’ salita!!! :-D

Giov 17 nov 2011: Oggi continua la nostra salita verso la valle…. Il Tempo e’ decisamente meglio…. Via i parapioggia….La tappa prevede Monjo 2835 mt – Namche Bazar mt 3440 – Khumjung m. 3.780… ma tra Sali e scendi, ponti sospesi e salitone…. Faremo 1500mt di dislivello in salita e circa 400mt in discesa!!!!
Mentre siamo lingua di fuori sulla salita a 3100mt ci fermano e ci fanno affacciare su un belvedere…. Quello che vedo e’, incorniciata in uno spicchio creato da due verdi montagne e da una fila di bandierine in alto, una cima innevata a tratti e con la “testa fra le nuvole”…. Mentre guardo curiosa uno degli sherpa mi suggerisce all’orecchio “your first view of Everest”…. Mi si ferma il cuore…. E nella testa mi risuonano le parole di una canzone “…grazie alla vita…che mi ha dato tanto: mi ha dato gli occhi per vedere il mondo”… e gambe e piedi per percorrerlo….e amici per condividerlo….Piango e ringrazio la vita…. Om Shanti montagna sacra….sono qui e la vedo…. Il sogno realizzato…. Cosi’ d’improvviso che ho bisogno di un po’ di tempo per capire davvero e rendermi conto che sono davvero qui….. Gli sherpa sorridono della commozione….sanno che e’ cosi’ e con orgoglio ci presentano il loro mondo!
A Namche Bazar ci accoglie un mondo di bancarelle….Un nome, un programma!!! Acquisto un tubo proteggi gola con i disegni delle bandierine buddiste….e proseguo la mia salita…. Tutti in fila…. Dietro uno sherpa che ci conduce mentre altri chiudono il gruppo…. Sono in testa e cammino lenta e costante…. La fila dei 15 e’ compatta…. Silenziosa…. Cielo coperto ma senza pioggia…. Silenzio e concentrazione sui passi…. Siamo per la prima volta in quota…. Arriviamo al passo che ci porta in valle con l’emozione dentro…. Ci accolgono un tempio e tante bandiere nel cielo….cristallizzate dal ghiaccio…..Siamo nella valle del Kumbu…. Sotto di noi Khumjung… Il Lodge di Floriano e Doma (sua moglie) ci attende con il the nero e la limonata calda di rito!!! E poi zuppetta, riso, patate…. E “rinforzino” a base di parmigiano e insaccati portati a chili dall’Italia!!!! :-D

Ven 18 nov 2011:  Nella notte freddo freddissimo in stanza (quasi sempre avremmo tra -3 e -4°) mi sveglio con una strana sensazione addosso….come se i vestiti mi scoppiassero… mi alzo e scopro in uno specchio di essere gonfia fino all’inverosimile…. Gli occhi quasi chiusi per quanto sono piena di liquidi…. Prendo il DIAMOX di corsa….. e la mattina va decisamente meglio ma stomaco e pancia sono in subbuglio…ok…. Benvenuto mal di montagna….non mi e’ mai successo prima ma questa volta e’ cosi’…. Pazienza…. Passera’…. Basta che io stia attenta a seguirne l’evoluzione!!!!
Ci svegliamo col sole e l’AmaDablam coi suoi quasi 7000mt e’ cosi’ maestosa e protettiva…cosi’ meravigliosamente fantastica coi suoi giochi di neve e ghiaccio, saracchi e crepacci…..
Da qui in poi il tempo sara’ sempre cosi’ meravigliosamente sereno: celi di un blu profondissimo e sole sempre!
Oggi giornata di acclimatamento…si sale in quota e si riscende…. Faccio solo un pezzo di via con gli altri…. Arrivo a 4000mt ad un passo sulla valle vicina che sara’ la nostra valle di domani, gli altri arrivano ancor piu’ su ma io ridiscendo….sola e tranquilla….il silenzio mi si confa’…. Sorrido fuori e dentro….
Arrivo al lodge e rileggo il programma del trekking…. E’ come se lo leggessi oggi per la prima volta…. Perche’ a voce Floriano ci aveva parlato di 500mt di dislivello al giorno da fare in 5 – 6 ore…. Poi il cambio di vetta che faranno e il cambio di giro ha stravolo un po’ le cose…. Capisco ora che il giro e’ il giro dei 3 passi…. Che faremo tutti passi a oltre 5200 di quota con dislivelli assai piu’ importanti e anche con lunghezze di percorso non banali…. Che tutto il giro sara’ di 200km….. e ci sara’ una vetta oltre i 5500….
Decido di mettere da parte la paura che mi prende sempre in questi casi…. Faro’ quel che posso e al mio passo…. Niente errori come in Peru’…. Sara’ quel che sara’… mi aspetteranno…. Tanto la spedizione a 6200 l’ho esclusa gia’ da prima di partire…. Quindi il resto non ha problemi…. Al piu’ i primi dovranno aspettare… ma con 5 sherpa e Floriano… beh…. Sara’ solo questione di tempo e arrivero’ anche io!!!
Mi faccio un pianto liberatorio e recito il mantra buddista per trovare coraggio e determinazione nell’affrontare il domani!!! :-D

Sab 19 nov 2011: Oggi sono una donna nuova: no dolori, no gonfiore, dormito benissimo!!! Oggi giro lungo anche se definito “tappetta”… solo 600mt di salita e altrettanti di discesa verso Thame (3820mt)… sopra al paese c’e’ un bel monastero e ci facciamo questi altri 200mt che servono sempre per acclimatarci….si sale per poi dormire piu’ in basso!!!
Il monastero e’ molto antico, con attorno tutte le case dei Lama…. Questo paesuzzo e’ all’incrocio di 2 valli e tutti i tibetani che fuggono di li’ devono passare per qui… i muri di qui sono tutti una serie di lastroni con preghiere e immagini sacre…. Li percorriamo rigorosamente a sinistra per rispetto…..
I “ragazzini” del nostro gruppo fanno una partitella a pallone con gli sherpa…. Che invidiabile forma fisica…. Se penso al mio passo da lumaca e alla forza dei miei compagni di viaggio che per ¾ hanno un passo da “macchine da guerra”…sorrido e penso che comunque io ho 50 anni e da solo 6 vado in montagna… e che non mi fa male neanche un muscolo e che quindi sono proprio …”una motoretta da guerra”!!! :-D

Dom 20 nov 2011: oggi la tappa prevede Thame 3820 mt – Lungden m. 4380…. Nella valle di comunicazione col Tibet…Panorami bellissimi…circondati da montagne puntutissime…. Le creste mi attirano tantissimo….. arrivati al lodge perdo un po’ di tempo in silenzio, guardando la valle e le montagne col binocolo e godendo di tutti i particolari….
Saliamo su un montarozzo qui sopra, i soli 300mt per acclimatarci…..in cima ci godiamo il sole stesi su prati di quota…. Intorno spettacolo da sogno…..Alla fine anche oggi i nostri 1000mt di dislivello li abbiamo guadagnati….
Domani ci sara’ la tappa lunghissima e il nostro primo passo oltre i 5000…. Guardiamo le carte, studiamo il sentiero e facciamo milioni di domande al paziente Flo……il quale ci preannuncia il passo piu’ bello della Valle, a suo dire!!! :)
Zuppette e liquidi caldi vari…riso e patate…. A nanna presto….. domani si va in alto!!!!

Lun 21 nov 2011: Grande giorno oggi…. Meta il Renjo La pass m. 5340 e poi discesa a Gokio m. 4790… Dopo colazione prima salita di 400mt tirati…. 1h e 5’….non male per essere in quota…. Prima sosta…. Io soffro sempre un po’ nella prima ora…. Le gambe devono prendere il via…. Si va di Maltodestrine…. La guerra e’ guerra…. e io mi “drogo”!!! :-D Una bella camminata ci separa dalla salita finale…. Fiatone ma vado…. Quando arrivo alla gradinata finale (sono piccoli la meta’ di me ma fanno gradini alti come fossero tutti yeti…. Considerando che poi gli yak hanno gambe cortissime e fiato peggio del mio…. Bah…. Non capisco ma….mi adeguo!!!!) …dicevo…. Arrivo alla gradinata finale e mi stacco definitivamente dal gruppo…. Passo dopo passo…. Gli sherpa di coda appresso….. arrivo in cima… 20 minuti dopo i primi…. Mi abbracciano in tanti perche’ sono l’ultima ad arrivare…. La vista e’ talmente bella che le lacrime vengono fuori da sole…. Non mi sento morire come avevo pensato… anzi riprendo fiato subito e all’idea del super regalo per i miei 50 anni mi commuovo di nuovo irreparabilmente!!!! :-D
La vista e’ spettacolare…. Emozionanti le mille bandierine delle preghiere…. Chiedo 5 minuti di silenzio ai miei chiassosissimo e festanti compagni di viaggio che mi prendono bonariamente in giro perche’ cerco la meditazione buddista e…non c’e’ verso!!! :-d C’e’ solo caciara…..
Ma mi trattengo ancora un po’ mentre il gruppo scende…. E mi godo un po’ di pace in cima!!!
Scendiamo verso Gokio che e’ visibile al limitare del lago…. Vari compagni hanno mal di testa…. Insieme agli sherpa, promossa Doc sul campo, dispenso aspirine e parmigiano…. Sto attenta che tutto vada bene e mi godo la vista del lago sacro e di quel che ci circonda mentre percorriamo il sentiero a mezzacosta a picco sul lago!
Da sotto le montagne sono ancora piu’ maestose…..

Mart 22 nov 2011:  oggi giornata di riposo…. Qualcuno sale ancora oltre 5000 sopra il paese…. Io rimango a bordo lago a leggere il mio libro sul buddismo e poi faccio un giro con le due giovanissime “sundaricheti” (belle ragazze) del gruppo…. Saliamo fino a vedere la morena che percorreremo nel pomeriggio….
Dopo i soliti noodles con brodo e patate del pranzo partiamo tutti alla volta del prossimo paese…. Thagnak m. 4700, solita passeggiata che tra sali e scendi  sara’ a “differenza 0” ma che invece ci fara’ pedalare!!!
Scendiamo nella morena… tra sabbia e ghiaccio…. Fantastici i panorami di ghiaccio…. Passiamo accanto ad un enorme struttura che sembra la bocca del pescecane di pinocchio…. Fiumi e laghi ghiacciati…tutto ricoperto da finissima sabbia grigia…. Un vero paesaggio lunare…. In due ore siamo a destinazione e vediamo l’inizio della salitona di domani…. Ci aspetta un nuovo passo…..ancor piu’ alto!!!

Merc 23 nov 2011: Oggi nuova grande tappa: Thagnak 4700mt – Cho La pass m. 5330 – Dzonglha  m. 4800… faremo un totale di 800mt in salita e 600mt in discesa…. In 6h e 30’ comprese tutte le soste!!!!
La salita e’ dura come sempre, con bella pettata finale….poi ghiacciaio e poi discesa su roccia in una valle splendida!!!
Oggi mentre camminavo su ghiacciaio ancor di piu’ mi sono sentita l’emozione dentro dell’Himalaya…..
E poi l’arrivo a Dzonglha mi ha lasciato senza fiato perche’ sullo sfondo di ghiacciai stupendi uno yak mi fissava tranquillo….Sembrava un paesaggio da cartolina…. Quasi irreale…. E invece io ero li’….
Mi son presa il mio mp3 e ho meditato con i mantra Om e il Nam my˘h˘ renge ky˘…. Ho respirato l’aria e il suono di questo posto….. mi son sentita in pace e felice….. ho pensato a tutti quelli che sono importanti nella mia vita e ho voluto mandare energia positiva in Italia….
Oggi ho provato emozione molte volte e ho anche pensato che sara’ difficilissimo andar via da qui…..

Giov 24 nov 2011: Oggi tappa breve… Dzonghla – Lobuche m. 4910… le “macchine da guerra” che sono i miei compagni di trek sono partiti sparati e dopo aver accorciato il mio fiato fino al non piu’ sostenibile mi sono fermata e ho proseguito come fanalino di coda con un compagno che oggi ha piu’ fiato corto di me!!! :-D
Nel pomeriggio visita alla piramide del CNR…. Mi capita di rado… ma oggi sono ORGOGLIOSA anzi, ISSIMA, di essere italiana!!!!
Il responsabile che e’ un rovighese che da 23 anni ha la responsabilita’ della Piramide e che fa su e giu’ con l’Italia… che e’ stato sull’Everest, che ama la montagna, questa terra e questa gente (GianPietro Verza) e che e’ un personaggio anch’egli ci ha accolto in piramide con un the e mille particolari sulle ricerche di qui, sul mal di montagna, sulla gente del posto….
Le sue spiegazioni sul 50% di ossigeno a queste altezze e sugli effetti sul corpo e sul metabolismo mi fanno ancor di piu’ essere convinta di come sto gestendo il mio corpo e il mio fiato!!!!
L’esperienza e’ unica e impagabile…. Grazie a Flo a all’amicizia con Pier che li legano da piu’ di 20 anni!!!
Fortunati, fortunati, fortunati….. la benedizione della vecchina e il “mio pensiero magico dei bambini”  continuano a funzionare!!! :-D
Il lodge dove siamo sembra quasi di lusso rispetto a dove siamo stati finora…. Ma le condizioni igieniche e vari particolari fanno si che la facciata di lusso sia solo….una facciata… per non dire quanto tappeti e moquette siano proprio fuori luogo in questi posti!!! :-D
Domani salita all’unica vetta di questo trek per vedere l’Everest da vicino….. sono fiduciosa!!! :-D

Ven 25 nov 2011: Grande giornata…il mio prima 5600…. Eh si…. Perche’ se le carte recitano Kala Pattar m. 5550, in realta’ recenti misurazioni lo collocano oltre i 5600 e in effetti il mio altimetro registra addirittura 5643mt!!!!!
La vista e’ mozzafiato come oramai siamo abituati qui…. Nell’azzurro piu’ azzurro si stagliano l’Everest (8848mt)e il Lhotse (8300mt)…sempre sotto la cornice delle bandierine….qui la valle si chiude…. Li’ dietro e’ Tibet….
Tutti e 15 in cima…e’ festa grande!!! :)
Che dire…. Nessuna foto, nessun racconto puo’ rendere l’emozione della fatica del percorso, della salita, della quota e della vista finale….. auguro a chi potra’ di viverlo per comprenderlo fino in fondo!!! :-D
Non ho piu’ voglia di scendere… Ho voglia di restare qui fino a buio e oltre…. Trascino i piedi…raccolgo sassi…. Solo sulla morena finale corro via con Francesca e uno sherpa….
Ho l’adrenalina a mille…. Sono felicissima di essere arrivata col fiatone si ma mai distrutta….. di aver visto quel che ho visto….
Inoltre non avendo l’”incubo” della vetta a 6000 sono la piu’ tranquilla del gruppo….. che domanda, domanda, e si domanda sull’ascesa!!! :-DDD
Anche oggi piu’ di 700mt di dislivello in salita e 900 di discesa….. sulla via che fanno le spedizioni all’Everest…. Verso il campo base della vetta piu’ alta del mondo…..

Sab 26 nov 2011: Marcello ci lascia…. Scende a valle perche’ il suo mal di testa non lo lascia da quando siamo arrivati e oramai ogni passo e’ per lui pura sofferenza….Baci e abbracci…. Promessa di raggiungerlo presto e anche noi partiamo per la nostra tappa infinita…. Oggi 3 passo…. Kongma La m. 5535 e poi discesa a Chukkung m. 4730.
L’avvicinamento al passo e’ lungo…no….lunghissimo!!!!: prima una morena, poi pettata con sabbietta, poi traverso su lastroni giganti,  un susseguirsi di “anticime” da stroncare le gambe…. Alla fine anche ghiaccetto e rocce…. E no…. Questo non me lo dovevano fare…. Anche le maltodestrine “mollano” rispetto alle ore e alla durezza del percorso….non penso mai di morire ma….. certo che e’ una faticaccia davvero!!! Arrivo 1 ora dopo i primi…..pero’ quello che mi lascia senza fiato e’ il panorama….non la quota!!! :-D
Dopo 800mt di salita e piu’ di 900 di discesa sono decisamente provata…. Una cistite mi fulmina in discesa ma bisogna stringere i denti perche’ avro’ altre 4 ore di discesa e ponti di ghiaccio su un torrente da passare!!! Per fortuna un compagno di viaggio, Daniele, mi fa da angelo custode in discesa e non finisco a bagno nel torrente per sua intercessione con Budda l’Altissimo!!! :-DDD Grazie vecchina di avermi protetto fino a qui!!!!
Al lodge quasi svengo per i dolori e mi accuccio in branda….. ma domani e’ un altro giorno e i panorami sono favolosi come ti giri ti giri!!! :-DDD

 
Dom 27 nov 2011: Mi svegli che sto un fiore ma decido di riposare…. Mi metto al sole a leggere…. Errore…. Per quanto con la testa coperta questo sole e’ traditore…. Domani me ne accorgero’….
Intanto i nostri “eroi” della cima partono alla volta del campo base dell’Island Peak….. grandi abbracci e in bocca al lupo da parte dei 6 restanti agli 8 partenti…. Incrociamo le dita che la loro sia un’ascesa davvero da ricordare….Loro sono visibilmente emozionati…. E forse anche un po’ impauriti!!!!
Noi nel pomeriggio scenderemo piu’ in basso di 400mt…. Arrivo e ho la febbre…. Acc…. Ma tanto domani dobbiamo aspettare i “vettaroli”!!! :-D

Lun 28 nov 2011: Dormo tutto il giorno nel mio saccoapelo…. La febbre scende…. Nel tardo pomeriggio scendono i vettaroli…. Distrutti soprattutto dalla discesa di piu’ di 1700mt…. Raccontano di una cima bella
 Impegnativa ma di grande soddisfazione…. Canale aggettante, cresta sottile….. Cima da sballo!!! Sono strafelice per loro…. abbraccio stretta stretta Fra che e’ la Didi (donna) che ha tenuto alto il nome di tutte noi come unica rappresentante in cima…. Mi dice “ ti ho pensata tanto….sono arrivata in cima e’ ho pianto”!!!! :-D
Penso: ora che ho imparato a gestire i 5000 magari prossimamente posso provare anche io un 6000! :-D

Mart 29 nov 2011: Oggi tappa brevissima….. tutti dobbiamo riprenderci…. Soprattutto i vettaroli per lo sforzo del giorno prima…. Passiamo per un monastero …. Mi ha fatto molto pensare il grado di poverta’ e sporcizia…. E’ davvero dura la vita qui….
Arriviamo pero’ in un luogo da fiaba…. Il lodge di Pangboche m. 3930 e’ gestito da una donna sherpa di raro stile e classe…. Ed e’ in una posizione particolarissima…. La nebbia che a tratti l’avvolge rende ancor di piu’ l’atmosfera da casa delle fate…. E le bandiere delle preghiere nella nebbia sono ancor piu’ emozionanti….
All’interno il marito della sherpa ha un curiosissimo mini museo delle bombole di ossigeno per l’Everest, una trave per superare un crepaccio e occhiali, attrezzatura vecchissima e anche una pietra della cima!!!
Suggestione nella suggestione… la signora tiene la sala caldissima e diffonde musica buddista….. Sto vivendo un sogno…..un sogno lungo 200km di passi..... :)

Merc 30 nov 2011: Tappa lunghissima tra foreste verdi, fiumi, salite e discese fino ad arrivare di nuovo al lodge di Flo a Khumjung …. Siamo stanchi ma anche allenati…. Io sto quasi sempre in fondo…. E’ una scelta anche per il silenzio…. Tra qualche giorno saro’ via da qui e invece mi piace essere fuori dalla mia routine romana, dai pensieri, dal telefono… qui e’ solo fiato, gambe, un passo dopo l’altro e gli occhi per guardare…non ricordero’ tutto purtroppo…. Ma la sensazione di bellezza e vittoria per questi 4 oltre 5000mt con gli spettacoli di qui valgono oro e queste sensazioni…. Mi rimarranno dentro…. Valgono la vita….
In questo lato di mondo non ci sono mezzi a ruote…. Neanche una cariola…. Solo strade polverose, gradini di pietra, tutto trasportato tra spalle e testa… giovani, anziani, donne, vecchi, bambini…. Minuscoli e magri…. Gli yak trasportano pochissimo, sono lenti e sbuffano….sono anche un po’ pazzi ci dicono!!!!
Stasera, qui, fuori dal mondo, i nuovi amici cucinano carbonara mentre attorno alla stufa ascoltiamo Eric Clapton…qualcuno scrive, qualcuno pensa…. Siamo tutti di nuovo insieme…15 anime unite da questo viaggio…cuore e testa coi pensieri a quanto vissuto qui….

Giov 1 dic 2011: Tappa lunghissima… 10 ore in tutto…. Si scende nella valle che abbiamo fatto all’inizio in 2 gg…. Ma ora finalmente senza nebbia e nuvole abbiamo modo di vedere il panorama fantastico che in molta parte abbiamo perso all’inizio….Faremo 1700 mt in discesa e 800 in salita…. La valle e’ bella ma piena di gente che va e viene e mi sento infastidita…. Ma gli aerei riviaggiano ed e’ evidente il commercio e il turismo….. Tutto questo caos mi disturba…. Ma non voglio andar via….. e forse e’ questo che mi disturba….
Vedo bambini e portatori in genere con carichi assurdi sulle spalle…. Con Marcello diamo delle caramelle ad un portatore che non avra’ piu’ di 10 anni…. Gli chiediamo l’eta’ ma non va a scuola e non sa l’inglese…. Ho rabbia dentro per lo sfruttamento…. Siamo molto fortunati… ad essere nati dove siamo nati e a poter godere di una terra tanto dura e cattiva in un periodo di vacanza e meraviglia….Tornano le parole della canzone “…grazie alla vita che mi ha dato tanto….”…
La sera siamo di nuovo a Lukla e salutiamo i nostri portatori, hanno tutti intorno ai 18 anni escluso un uomo di 49 che da tutti e’ chiamato “strong man” e da noi Speedy Gonzales per la velocita’ e la forza che lo contraddistinguono… domani lui rimarra’ all’inferriata che divide la pista dell’aeroporto dalle polverose strade di qui per salutarci e salutarci ancora….fino al decollo!
Chi lavora con i turisti e’ tutto sommato fortunato…. Porta non piu’ di 40kg sulle spalle e guadagna bene…. Tra locali si sfruttano in modo disumano…
Anche gli sherpa ci salutano….non ci son caste ma clan…. Come dire “se non e’ zuppa e’ pan bagnato”…

Ven 2 dic 2011: Namaste’ valle e danibat (grazie)…. Ci caricano veloci sul piccolo bimotore che presa la pista in discesa decolla come un deltaplano da Lukla….in poco tempo dopo gli ultimi sguardi alla catena Himalayana siamo di nuovo nel caos di Katmandu….. ODDIO!!!! Voglio andar via da qui…. Solo lo shopping del pomeriggio mi traumatizza al punto da voler…o essere in Valle…. O a casa!!!!

Sab 3 dic 2011: ultime emozioni in Nepal…. Dal tempio induista che ci lascia con la morsa allo stomaco, alla bellissima e tutta in legno scolpito vecchia citta’ di Katmandu…. E poi a Boudhanath a ringraziare ancora e a cercare la vecchina per una donazione… ma non c’e’….. speriamo che non sia “sciopat” nel tentativo di proteggere 15 fortunati nella Valle!!! :-D
L’Himalaya e’ un sogno ma Katmandu mi manda ai pazzi….. e’ insopportabile….. se non posso stare in valle….allora e’ tempo di tornare a casa…. :)

Tiziana – The Doc

Grazie ai miei perfetti compagni di viaggio, a Floriano, agli sherpa e ai portatori…. Grazie a loro il sogno e’ stato realizzato…. Ma il grazie piu’ grande va a Enzo e Marisa (i miei genitori) che mi hanno voluto regalare questo viaggio da sogno per i miei 50 anni…. Un regalo cosi’ vale una vita!!!! :)

La favolosa agenzia di viaggio cui ci siamo appoggiati e’  http://www.adventure6000.com/ (Ang Norbu Sherpa)

Foto di Tiz qui:  https://picasaweb.google.com/116477299107174681191/NovDic2011HimalayaValleDelKumbuNepal#

 


Galleria immagini